attivatori
Gli attivatori sono dispositivi nati negli anni 50 da un'idea di due ortodonzisti francesi, i Prof. Soulet e Besombes. I dispositivi sono osteopaticamente utili nel ripristinare l'architettura delle strutture ossee del sistema cranio-facciale e quindi si rivelano dei preziosi dispositivi di carattere ortopedico.
Il materiale utilizzato all'epoca era il caucciù, poichè attraverso l'elasticità era in grado di indurre un effetto ortopedico ben determinato.
Il prof. Besombes definì questa tecnica come terapeutica di liberazione, stimolazione e guida.

L'AMCOP (Armonizzatore - Multifunzionale - Cranio - Occluso - Posturale) è un dispositivo modificato sia per quanto riguarda la forma che per il materiale.

L'attivatore è un apparecchio elastico per la mascella e la mandibola. Il paziente inserisce i denti di sopra nella guida superiore e i denti di sotto in quella inferiore. L'attivazione del dispositivo avviene attraverso l'azione di forze leggere elastiche il cui motore è l'energia muscolare. Sono dei veri stimolatori di crescita e attraverso gli impulsi prodotti dal movimento muscolare sollecitano la formazione dei tessuti con un ritorno ad una funzione masticatoria corretta.
Si possono perciò definire: "apparecchi funzionali ortopedici".

Grazie alle caratteristiche elastiche attraverso l'esercizio di mordicchiamento è in grado di procurare un movimento mandibolare che associato all'azione sul mascellare superiore si riflette sulle tensioni delle suture craniche che rinormalizzano la posizione delle differenti ossa del cranio attraverso la SSB (Sincondrosi-Sfeno-Basilare).
Il posizionamento dei denti è determinato da questo nuovo equilibrio scheletrico e quindi mediante una azione osteopatica.
Questa è la ragione per cui i trattamenti devono iniziare quanto prima possibile anche dall'età di 5 anni, soprattutto perchè con l'espansione delle arcate si andranno ad evitare estrazioni profilattiche per mancanza di spazio in età avanzata e si eviterà, inoltre, che a fine trattamento si possano verificare delle recidive.

La conformazione delle arcate con conseguente miglioramento delle chiavi occlusali e una verticentrica ottimale procureranno anche un buon equilibrio a livello posturale.

In definitiva l'uso corretto dell'attivatore associato ad esercizi e tecniche di riequilibrio muscolare e posturale consentirà al paziente di ottenere benefici su tutto il sistema fasciale.

CARATTERISTICHE DELLA FORMA E DELLA FUNZIONE DEGLI ATTIVATORI

L’attivatore è un armonizzatore delle basi scheletriche costituito da 2 doppie placche dove vanno ad evolversi i denti che simulano la posizione delle 2 arcate, superiore ed inferiore, in un rapporto di prima classe, con effetti propulsivi, retropulsivi ed espansivi.

I materiali utilizzati hanno il pregio di essere abbastanza morbidi per un confortevole utilizzo da parte del paziente, senza alcun rischio di provocare traumi alle strutture scheletriche e lesioni di vario tipo alle mucose, ma di essere comunque molto resistenti al carico masticatorio dei pazienti.

I dispositivi sono formati da una gamma completa per tutti i tipi di forma di bocca in relazione alla conformazione cranica e quindi all'aspetto costituzionale della persona e in funzione della larghezza e della lunghezza delle arcate dentarie

attivatori

© 2012-2013 - Ortho Protec di Magistro Francesco- Via E. De Filippo 8/D- 70010 - Capurso (BA) - Tel: +39 080 455.40.72